Le dodicimila pelli dorate di Zoroastro

Le sacre scritture iraniche conosciute col nome di “AVESTA”, il “Fondamentale”, raccolgono le domande poste dal profeta Zoroastro a Dio, in cerca di risposte sulle verità supreme. Tramandata per secoli oralmente, la Parola divina raccolta nell’Avesta avrebbe avuto una prima stesura in epoca achemenide, durante i regni dei grandi re Dario, Serse e Artaserse, molto devoti al culto monoteista zoroastriano o cosidetto mazdeiano, dal nome del Dio AhuraMazda. More

Advertisements