Alessandro Magno, Dioniso e l’incendio di Persepolis

Un giorno d’inverno del 330 a.C. Alessandro Magno percorse l’itinerario del “Corteo delle Nazioni”, le delegazioni che tutti i popoli della Persia mandavano ad onorare il “Re dei Re” nella città di Persepolis, il cuore dell’impero achemenide di Dario il Grande e dei suoi successori. More

Advertisements

La Porta di Tutte le Nazioni

Le rovine di Persepolis, simbolo della potenza persiana al suo zenith, si stagliano oggi nettamente da una piana nel sud dell’Iran, su una terrazza cinta da mura alle pendici di una collina. More

Le dodicimila pelli dorate di Zoroastro

Le sacre scritture iraniche conosciute col nome di “AVESTA”, il “Fondamentale”, raccolgono le domande poste dal profeta Zoroastro a Dio, in cerca di risposte sulle verità supreme. Tramandata per secoli oralmente, la Parola divina raccolta nell’Avesta avrebbe avuto una prima stesura in epoca achemenide, durante i regni dei grandi re Dario, Serse e Artaserse, molto devoti al culto monoteista zoroastriano o cosidetto mazdeiano, dal nome del Dio AhuraMazda. More