Gli Indo-Europei e l’antica Persia

All’alba della storia, circa 5.000 anni fa, gli antichi villaggi in Persia si trovavano lungo il limitare di un lago, nel centro di un altopiano, con ricca vegetazione intorno, ma il clima cambiò e dove si stendeva il lago, rimase solo un deserto salato.

IMG_1081

La maggiore influenza su quelle popolazioni montane venne da ovest, dai loro vicini più avanzati, i quali avevano costruito già città fortificate nella piana fluviale della Mesopotamia.
Dalle pianure arrivarono commercianti ma anche soldati.
Una delle più grandi invenzioni dei popoli delle città fu la ruota.
I popoli delle praterie allevarono allora i cavalli, impararono ad usare la ruota e imbrigliarono i cavalli ai carri e, nel 2000 a.C. circa, essi iniziarono quindi a spostarsi in cerca di terre più ricche.

broccaantica

Queste genti erano chiamate Indo-Europei, e alcuni di loro Iraniani o Ariani. Essi entrarono quindi nelle regioni dei Balcani e in Grecia, in Asia Minore e in India, e si stabilirono sull’altipiano a cui diedero il nome di Iran.
Tutte queste genti erano abili nel lavorare i metalli. Ma la terracotta rimase di uso molto comune per l’uso domestico e per i rituali.

Advertisements