La leggenda della nascita di Ciro il Grande

Una antica leggenda narra che Ikhtovigo, re dei Medi, aveva una bellissima figlia, Mandana. Una notte il re sognò un gigante albero di vite, che nascendo da Mandana cresceva coprendo tutta l’Asia.

Gli astrologi di corte gli dissero che Mandana avrebbe dato la nascita ad un grande Re che lo avrebbe sottomesso e avrebbe conquistato il mondo. Allarmato, il Re mandò la figlia da Cambise, re di Anshan, lontano dalla terra di Ecbatana, la capitale dei Medi.

Non appena suo figlio Ciro nacque, il crudele nonno ordinò di condurre il bambino nella foresta e lasciarlo lì perché fosse divorato dalle bestie feroci. Ma il neonato figlio della guardia reale era appena morto e questi decise di adottare Ciro e portare suo figlio nella foresta. Ciro quindi crebbe e divenne un guerriero forte e coraggioso.

Dopo essere succeduto a suo padre ad Anshan, Ciro rifiutò di pagare i tributi ai Medi. Quando Ikhtovito inviò un potente esercito per punirlo, egli entrò nella capitale Ecbatana, detronizzò suo nonno e lo mandò in esilio ad Anshan.

Ciro il Grande fondò quindi l’immenso Impero Achemenide persiano.

Advertisements